martedì 16 giugno 2009

Merlin alza la testa, come se avesse sentito qualcosa. Muove le narici, volge lo sguardo verso destra, alle alte e lontane montagne che si congiungono con un cielo purpureo, quasi vinaccia dove le cime lo sfiorano. Un cielo inebriato dalle rocce.
"Sì, ineBriatore... andiamo, Squalotto, stiamo facendo tardissimo."
"Da quando anche tu leggi il pensiero...?"
"Ma no, non credo di potere, penso mi riesca solo con le menti inferiori, teh teh teh t-"
Non credo di avere mai corso così veloce.

5 commenti:

VicKy ha detto...

:D

Eleonora ha detto...

Black Lè is still there....come dice Morrissey "only slightly less than I used to"....è un anno strano, e forse un tantinello funesto....mattevojosemprebbbbè....

VicKy ha detto...

E stringere le mani per fermare
qualcosa che
e' dentro me
ma nella mente tua non c'e'
Capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi... se non vuoi fa come te pare!

Claudio dei Norma ha detto...

Eh sì, è un bel periodo del cavolo.
Come sono stranamente educato, a volte.

VicKy ha detto...

E quindi?... che succede poi? Dajeee!